Ci sono cibi di cui basta ascoltare il nome per immaginare un intero mondo collegato ad essi. E così portano alla superficie della memoria esperienze dirette di viaggi, oppure di libri, di canzoni o film… Alcuni di questi piatti hanno anche diversi nomi; la apple pie è uno degli esempi più calzanti. È il dolce tipico americano, probabilmente il più rappresentativo degli Stati Uniti insieme al tacchino del giorno del Ringraziamento. Questa crostata di mele è così caratteristica che spesso è chiamata “American pie”, senza specificarne il ripieno, non ce n’è bisogno. Addirittura esiste il modo di dire “as American as an apple pie per definire un americano d.o.c.

La torta più americana di tutte è radicata nell’immaginario di molti di noi, anche di chi non è mai stato negli U.S.A., infatti con grande probabilità l’abbiamo vista preparare nelle pagine di Topolino dalle mani di Nonna Papera, o l’associamo al titolo di una serie di film comici di qualche anno fa. Quanti, però, ne conoscono la storia?

La apple pie infatti non “nasce” in America, ma ha radici europee, anzi, britanniche. Le pies, ben prima della scoperta e della colonizzazione del Nuovo Mondo, erano delle preparazioni di pasta (alle origini non commestibile) ripiene di diversi ingredienti e cotte in forno. In pratica era un metodo di conservazione del cibo, attraverso la cottura. L’impasto aveva la funzione di recipiente per trasportare e isolare gli alimenti e conservarli meglio. La “torta di Nonna Papera” ha attraversato l’oceano Atlantico con gli inglesi che andavano a colonizzare l’America intorno al 1600. Inizialmente si concentrò soltanto nell’area Nord-Orientale (l’attuale New England), prima di diffondersi in tutti gli attuali Stati Uniti.

Apple Pie
.

E ora vediamo come preparare questa delizia!

Ingredienti per una tortiera da 25 cm. di diametro:

Per la pasta:
Farina “00” 300 g.
Burro 150 g.
Sale 1 pizzico
Acqua fredda 1 bicchiere.
Latte q.b.

Per il ripieno:
Mele (possibilmente renette) 1 kg.
Limone 1
Zucchero 100 g.
Sale 1 pizzico
Cannella in polvere 1 cucchiaino
Noce moscata grattugiata 1 punta di cucchiaino

Preparazione:

Per la pasta:
Impastare farina burro e sale in una ciotola.
Aggiungere l’acqua e continuare a lavorare l’impasto.
Fare una palla con l’impasto e avvolgerla in pellicola per alimenti.
Riporre in frigo e lasciare riposare per almeno mezz’ora.

Per il ripieno:
Sbucciare le mele e tagliarle a pezzetti.
Aggiungere alle mele il succo di limone, la cannella, lo zucchero il sale e la noce moscata.
Prendere poco più di metà dell’impasto e stenderlo.
Rivestire la tortiera imburrata e infarinata, lasciando l’impasto uscire dai bordi.
Versare il ripieno aggiungendo alcune noci di burro.
Stendere il resto della pasta formando un cerchio.

E infine…
Adagiare la pasta sul ripieno richiudendo i bordi e fissandoli pigiando con i rebbi di una forchetta.
Spennellare la superficie con del latte e praticare dei forellini con una forchetta.
Infornare a 200° per 20 minuti poi a 180° per ulteriori 20 minuti e a 170° ancora per 20 minuti.
Cospargere con zucchero e lasciare raffreddare nel forno aperto.

Buon Appetito!

https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/02/11020302_10206094841830911_1954901957_n.jpg?fit=700%2C700https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/02/11020302_10206094841830911_1954901957_n.jpg?resize=150%2C80Diego FunaroLife StyleAmerican Pie,ricetta,Stati Uniti,storia della apple pie,torta di mele,USA  Ci sono cibi di cui basta ascoltare il nome per immaginare un intero mondo collegato ad essi. E così portano alla superficie della memoria esperienze dirette di viaggi, oppure di libri, di canzoni o film… Alcuni di questi piatti hanno anche diversi nomi; la apple pie è uno degli...comunità di viaggiatori