Il programma prevede 4 giorni e 5 notti a Bangkok con bambini.

Età: 3 anni e 7 anni. Con passeggino (detto anche “baby trolley” per capirsi).

Delirio?

Abbastanza.

Ma basta sapere che:

  • Bangkok è caotica, è una citta con  7 milioni di abitanti c’è scritto (ma son molti di più secondo me), con una rete metropolitana irrisoria, quindi sono tutti nelle strade. Tanti ponti, infrastrutture ma quasi tutto costruito per le auto, basti pensare che in alcune vie di grosso scorrimento non è previsto attraversare la strada ma bisogna passare da dei ponti pedonali sopraelevati. E con tante scale da fare con passeggino carico. No, non ci sono gli ascensori.
  • A Bangkok ci sono pochi parchi, nemmeno per idea esistono i giardinetti con giochi per i bambini. Ad alcuni può sembrare scontato, mica siamo nei Paesi del Nord, ma quando sei con i bambini a carico ti vengono in mente tutte le possibilità che trovi a casa e fuori invece no. Quindi far passare un pomeriggio ad aspettare di prendere l’aereo che parte a notte inoltrata può essere MOOOOOLTO lungo. Sperimentato con mano.
  • Bangkok è calda. Stata 3 volte in mesi sempre diversi da luglio a dicembre ma era sempre calda. Con più o meno umidità, quello si.

Detto questo e messo bene in mente per affrontare ogni situazione, il resto è una passeggiata… in passeggino ! !

Ecco cosa abbiamo fatto noi:

Arrivati dall’ Italia di sera tardi, avevamo già prenotato un hotel, scontato offerta smart che è valso proprio la pena. Un primo giro per ambientarci a Ko San Road e il suo casino, la via storica dei globetrotter di tutto il mondo con i suoi pregi e i suoi difetti. C’è chi la odia. Noi in particolare no, ha i suoi vantaggi e il suo folklore. Dopo un paio d’ ore tutta la via ci conosceva, hanno il radar verso i nuovi arrivati. I bambini giravano modello cozza sugli scogli, attaccati a noi insomma. Con qualche gridolino isterico di bambina piccola che mal sopporta i rumori, specie i primi giorni di adattamento.

bangkok by night street
.

Grande attrazione sicuramente sono il banchetto con gli insetti da mangiare e guardare i turisti che mangiano gli insetti, soprattutto.

Di giorno abbiamo anche provato a visitare un tempio, Wat Pho. Almeno uno. Quello con il Buddha sdraiato (o dormiente) enorme per intenderci, 46 metri di lunghezza e 15 di altezza. Ci siamo andati a piedi da Ko San Road, circa mezz’ora camminando piano con passeggino a seguito. Stranamente ci siamo arrivati. Ed è anche piaciuto, tante domande sulla sua vita e sul perchè è sdraiato, con quel sorriso tranquillo!

bangkok
.
bangkok7
.
bangkok
.

Ma la grande salvezza a Bangkok è stata la piscina dell’ hotel. Con i bambini, specie i primi giorni, ha fatto il suo dovere. Un piacevole passatempo senza lo stress della città. E abbiamo conosciuto anche altri viaggiatori che ci hanno dato buoni consigli su dove andare nelle settimane seguenti.

bangkok3
.
bangkok2
.

Al ritorno, invece, con i soldi agli sgoccioli, abbiamo dormito in una Guest House con bagno in comune. Sicuramente pratica ma bella no… Non da consigliare insomma.

Inoltre tanti Shopping Center. Quello più famoso a Pranatium, praticamente un palazzo dopo l’ altro in centro con tutti le mercanzie divise per settore: bigiotteria, vestiti, elettronica, artigianato, la Mecca dello shopping.

Un dovere per noi. A comprare gli Action Man di Dragoon Ball promessi per Bambino Grande e la bigiotteria per i mercati estivi di Adulto Padre.

La cosa buona è che sono provvisti di aria condizionata e corridoi ampi, i bambini correvano e giocavano e non c’era molta gente, per fortuna. Fuori, passaggi sopraelevati per i pedoni ti collegano tra una via  l’altra tra gente di tutto il mondo.

Una frase compare proprio fuori dall’ aeroporto di Bangkok, un cartellone enorme che dice:

“Welcome in Bangkok, you are landing in the opportunities

Ecco, opportunità… questo è ora Bangkok. Il presente è lì. Ora.

 

bangkok8
.

 

Vuoi altre storie in Thailandia con bimbi? puoi leggerle anche qui

 

https://i0.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/01/Thai-Bangkok-Buddha.jpg?fit=600%2C400https://i0.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/01/Thai-Bangkok-Buddha.jpg?resize=150%2C80Paola C.Città da visitareViaggi con bambiniViaggiare in famigliaAsia,Bangkok,bimbi,Buddha,shopping,Thailandia,viaggi con famigliaIl programma prevede 4 giorni e 5 notti a Bangkok con bambini. Età: 3 anni e 7 anni. Con passeggino (detto anche 'baby trolley' per capirsi). Delirio? Abbastanza. Ma basta sapere che: Bangkok è caotica, è una citta con  7 milioni di abitanti c'è scritto (ma son molti di più secondo me), con...comunità di viaggiatori