I viaggi sono sempre vestiti su misura e non esistono regole o verità assolute per viaggiare in moto.

Le prime volte, però, sono sempre le più difficili e per rendere più semplice l’impresa io e Pasquale abbiamo creato un elenco di domande a cui rispondere (in ordine NON casuale) per organizzare un viaggio in moto:

1. Quanti km al giorno posso reggere in sella?

Il primo, importantissimo elemento da considerare quando si viaggia in moto è quanta strada siamo in grado di fare senza diventare un pericolo per nessuno.
In moto gli eroi non servono e godersi il viaggio significa anche poter viaggiare con la lucidità di godersi tutto ciò che ci circonda (altrimenti meglio un aereo, no?).
Sapere quanti km possiamo percorrere in un giorno è il primo passo, ci permette di scegliere dove andare in vacanza in base al numero di giorni che abbiamo a disposizione. Se il viaggio in moto è un viaggio in moto in solitaria questo aspetto è ancora più importante.

2. Dove ci fermiamo?

Valutati i chilometri giornalieri si possono scegliere le tappe principali e le intermedie del nostro viaggio in moto.
Creare un percorso con Google maps aiuta ma utilizzare anche le care vecchie cartine è sempre meglio. Arriverà il giorno in cui il navigatore non funzionerà (vedi monastero nel punto più alto di Itaca) oppure Google maps non avrà idea di quali e quante strade ci siano nel posto che volete raggiungere (vedi viaggio a Sarajevo) quindi è sempre meglio preparare tappe e viaggio seguendo e segnando i vari passaggi su una cartina che vi accompagnerà anche on the road.

map
Lo studio dei km

3. Quando viaggiamo in moto dove conviene dormire?

Questa è un’altra scelta molto personale dato che dipende dal grado di adattamento e dai bisogni di ognuno.
Noi preferiamo sempre fermarci in  posti che ci assicurino di tenere la moto al sicuro e senza centinaia di scale.
La moto al sicuro serve a Pasquale per riuscire a chiudere occhio, evitare scale serve perchè le valigie laterali della moto generalmente pesano parecchio e dopo tanti chilometri preferiamo un pò di relax.

moto
Caricare la moto

4. Come scegliere l’abbigliamento del viaggio in moto?

Durante il viaggio in moto noi preferiamo l’abbigliamento tecnico, ci fa sentire più sicuri in moto e aiuta a reggere più chilometri.
Io dopo ustioni, piaghette e dolori ho trovato pace con i pantaloncini per ciclisti sotto il pantalone in cordura: il silicone sotto le chiappette aiuta, credetemi!!!
L’abbigliamento da portare in valigia è ovviamente ridotto al minimo, noi cerchiamo di capire di quanti cambi abbiamo bisogno prima di trovare un posto in cui è possibile lavare e asciugare la roba (qui ci sarebbe da scrivere un libro su come stendere la roba in una camera d’albergo e come lavare le mutande nel nulla).
Le donne in moto restano donne, per cui non è necessario lasciare a casa le vostre abitudini, lo dice una che mette i tacchi in valigia e poi ci incastra intorno i vestiti.

5. Se la moto si rompe, che facciamo?

Pasquale è un mancato meccanico per cui viaggiamo con una mini officina attrezzata per risolvere (quasi) tutti gli imprevisti.
A prescindere dalle vostre capacità da meccanici è importante essere pronti a qualunque imprevisto e quindi sapere come chiedere aiuto o valutare eventuali assicurazioni.
Può sembrare scontato ma, soprattutto in viaggi un pò fuori dalle righe, bisogna sempre accertarsi di avere credito nel cellulare. In base alla durata e ai luoghi in cui sostate, potete anche valutare di prendere SIM con operatori del luogo per non rischiare di restare totalmente isolati (se Pasquale non avesse comprato in Tunisia una scheda della Tunisiana, a quest’ora sarebbe ancora in pieno deserto in attesa di qualcuno che recuperasse lui e la Ciccions).

Gli attrezzi della Ciccions

6. Cosa visitare quando si viaggia in moto?

Noi studiamo molto bene i posti prima di partire e prepariamo programmi dettagliatissimi per non perdere nulla, ma anche questa è una scelta.
Se non volete correre il rischio di tornare a casa e scoprire che alle spalle del vostro albergo c’era un sito patrimonio dell’UNESCO del quale non sapevate nulla: studiate le tappe del giro in moto. Anche solo un pochino!

Studiare le città

N.B. Queste sono le NOSTRE domande. C’è chi parte senza farsene nemmeno una (vi adoriamo!) e chi se ne fa molte di più.
Il viaggio è vita, e la vita che vuoi è l’unica che avrai!!

https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/07/IMG_5492.jpg?fit=700%2C522https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2015/07/IMG_5492.jpg?resize=150%2C80Claudia GibinAvventuraIn evidenzaViaggi in motodomande,organizzare un viaggio,preparativi,viaggi in motoI viaggi sono sempre vestiti su misura e non esistono regole o verità assolute per viaggiare in moto. Le prime volte, però, sono sempre le più difficili e per rendere più semplice l'impresa io e Pasquale abbiamo creato un elenco di domande a cui rispondere (in ordine NON casuale) per...comunità di viaggiatori