Neanche il tempo di riprendersi dalle fatiche dell’Inka trail ed eccomi di nuovo on the road. Destinazione Puno ed il lago Titikaka.
La strada che da Cusco porta a Puno attraversa caratteristici paesetti con antiche rovine Inca e piccoli musei. Quello che pero’ effettivamente mi interessava, era vedere gli usi e costumi della gente, soprattutto lontano dai grandi centri e circuiti turistici. In parte ci sono riuscito.
Più vicino a Cusco c’e’ Andahuaylillas, conosciuta per la sua chiesa gesuita ricca di decorazioni intitolata a “San Pedro apostol”.

Andahuaylillas
Andahuaylillas
Andahuaylillas
Andahuaylillas

Seconda tappa, dopo circa un’ora di autobus, si arriva a Raqchi, un piccolo villaggio dove si trovano rovine inca ed un piccolo mercatino artigianale proprio di fronte alla chiesa. Dopo la visita di rito al sito archeologico, gironzolo un po’ tra le bancarelle in attesa di qualche scatto interessante..

Raqchi
Raqchi

A Sicuani mi fermo per un pranzo veloce, da li in poi la strada si inerpica inesorabile fino al passo Abra la Raya a 4338m slm. Uno spettacolo! Un altipiano immenso che si disperde a vista d’occhio, un panorama arido con in lontananza le vette andine innevate! Le nuvole sono cosi vicine che sembra possibile toccarle. La temperatura mite va pian piano perdendosi, lasciando il posto ad un’aria frizzantina non proprio gradevole.
La strada e’ dritta, ogni tanto si incontra un cane ai margini della carreggiata, sta lì, fermo, dal suo sguardo sembra volerci chiedere un passaggio. Nei punti panoramici le donne, con i loro tipici abiti colorati, piazzano le loro mercanzie in una sorta di mercato all’aperto. Simpaticissimi sono i bambini che, accanto alle loro mamme, aiutano a vendere borse e stoffe.

Abra la Raya 4338m slm
Abra la Raya 4338m slm
Piccoli commercianti crescono
Piccoli commercianti crescono

Ultima tappa prima di arrivare a Puno e Pucarà, un villaggio di poche anime, anch’esso famoso per le sue rovine inca ed il relativo museo. Mi fermo a vedere i bambini giocare in mezzo alla strada deserta. Che pace! Nessuno, a parte pochi turisti, li disturba.

Campioni in erba?
Campioni in erba?

La bellezza dell’altipiano si interrompe in prossimità dell’arrivo a Juliaca, città industriale, tra l’altro tristemente famosa per il contrabbando di merce proveniente dalla Bolivia. Arrivo a Puno alle 17 in una fredda ma bella giornata di sole. Ecco alcune foto della mia permanenza in Perù “DIARIO ANDINO”

DSCN2951.JPG

https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/11/IMG_2665-e1501509114925.jpg?fit=700%2C384https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/11/IMG_2665-e1501509114925.jpg?resize=150%2C80Alessio De AngelisStrade del mondoAmerica,diario andino,inca,mercato,montagna,Perù,sudamericaNeanche il tempo di riprendersi dalle fatiche dell'Inka trail ed eccomi di nuovo on the road. Destinazione Puno ed il lago Titikaka. La strada che da Cusco porta a Puno attraversa caratteristici paesetti con antiche rovine Inca e piccoli musei. Quello che pero' effettivamente mi interessava, era vedere gli usi...comunità di viaggiatori