Il primo impatto con Marrakech é stato forte, non posso negarlo. La città é estremamente rumorosa e caotica: é il normale caos di tutti i giorni di una città nordafricana, ma se non ci sei abituato, é un caos che ti stringe, ti lascia senza fiato, ti fa arrabbiare a volte, e che infine ti lascia senza forze. Ma per quanto Marrakech sia emotivamente stancante, prima o poi il suo caos seduce.
É una città cosí sensoriale, che intossica con i colori e gli aromi dei souks, e le miriadi di volti nelle strade, é una città da raccontare attraverso i cinque sensi.

-Ascolta-

I giorni e le notti in Marocco sono scanditi dai canti alla preghiera del muezzin: a volta si tratta di suono calmo e melodioso, altre volte é un canto più duro, più incalzante.
Essere in mezzo alla Medina all’orario giusto é un’esperienza magica: un canto si alza da una moschea, e poi altri dalle moschee vicine.
É un grande concerto all’aperto di note che si rincorrono e si accavallano.

moschea marrakech
Le ore sono scandite dai richiami alla preghiera.

-Annusa-

Bere the alla menta é un antico ed importante rituale in Marocco: se entri in un negozio e ti offrono una tazza di the, accetta. Si usa fare affari di fronte a una tazza fumante… e l’odore della menta, cosí penetrante e meraviglioso!

te alla menta marrakech
Come si fa a dire di no ad una tazza di the fumante alla menta?

Ma Marrakech non é solo ambra e menta.
Se ti avventuri verso il nord-est della Medina, inizierai a percepire un odore pungente, che diventa sempre più nauseante man mano che prosegui. Non farti scoraggiare e continua a camminare, questo é il cuore della città in cui non molti turisti arrivano.
É il puzzo delle concerie, delle pelli lasciate a macerare al sole.
All’entrata della conceria una guida locale ti darà un ramoscello di rosmarino da tenere sotto il naso… e ti assicuro che l’odore muschiato del rosmarino non ti sarà mai sembrato cosí buono.

concerie marrakech
Il puzzo delle concerie è quasi insopportabile, ma non farti scoraggiare!

-Assapora-

É ottobre, ma a Marrakech ci sono ancora 35 gradi e il succo di arance appena spremute é un piacere da bere tutto in un sorso.
A Marrakech tutto sembra avere un prezzo da contrattare, ma stranamente non é cosí per il succo d’arancia, che ovunque tu vada ti costerà 4 dirhams, circa 40 centesimi. Mi sa che ne prendo un altro.

arance marrakech
Assaporare un sacco di arance appena spremuta è un vero toccasana contro il caldo afoso

Il miele é un’importante fonte di energia, e lo trovi praticamente ovunque, insieme ai datteri, grossi e succulenti. E vogliamo parlare delle paste che compri per la strada fatte di pasta croccante e il ripieno di miele?

dolcetti miele marrakech
I dolcetti al miele: croccanti all’esterno, morbidi nel ripieno. Deliziosi!

-Vedi-

Sei sull’aereo, guardi giù dal finestrino e tutto ció che vedi é il nulla. Terra color ocra, una macchia di deserto con una città che appare nel mezzo.
Eppure nella Medina é tutta un’altra storia: i souks sono una profusione di colori, tessuti, borse contraffatte, pietre, gioielli, cibo, spezie e tanto ciarpame. Di solito tutto insieme.
Cumuli di spezie sono miracolosamente messi a forma di coni, i colori saturi, che quasi sembrano falsi.

coni spezie souks marrakech
I colori delle spezie sono così accesi che sembrano quasi finti…

Bambini soli corrono in giro, e miradi di visi ti invitano ad entrare nel loro negozio. Giro intorno senza meta, e vorrei avere quattro occhi per assorbire tutto ció che mi circonda.

-Tocca-

Non perdere l’opportunità di entrare nel negozio di un erborista: gli scaffali sono colmi di barattoli contenenti spezie, varietà di the, pozioni e intrugli non ben definiti.
Ricordi quando eri bambino e tua madre ti diceva di non toccare tutto? Quei giorni sono finiti.
Qui l’erborista ti lascerà provare qualsiasi prodotto: olio di argan, henné, profumi di ambra e rosa.

unguenti marrakech
Unguenti, pozioni, oli e tisane: le erboristerie a Marrakech sono un tripudio di odori.

Marrakech é una città prima da vivere, e poi da vedere…

https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/marrakech_sensoriale_spezie-800x800.jpg?fit=700%2C700https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/marrakech_sensoriale_spezie-800x800.jpg?resize=150%2C80Stefania GuglielmiCittà da visitareLife StyleAfrica,Marocco,Marrakech,viaggio sensorialeIl primo impatto con Marrakech é stato forte, non posso negarlo. La città é estremamente rumorosa e caotica: é il normale caos di tutti i giorni di una città nordafricana, ma se non ci sei abituato, é un caos che ti stringe, ti lascia senza fiato, ti fa arrabbiare...comunità di viaggiatori