Prima di partire per un lungo viaggio
Devi portare con te la voglia di non tornare più

prima di pretendere qualcosa
prova a pensare a quello che dai tu

Prima di partire per un lungo viaggio
Porta con te la voglia di adattarti

(Irene Grandi)

ibiza-3
Ibiza- cala vicino Es Canar
ibiza-2
Ibiza- cala vicino Es Canar
ibiza_6
.

In partenza per la Thailandia.

Organizzazione, quello che ci vuole! Al momento sul comodino c’è la vecchia Lonely Planet del 2001, South East Asia on a shoestring. Aggiornata insomma.

L’organizzazione l’affidiamo al tempo nel vero senso della parola, realisticamente parlando può capitare (è capitato) di rimanere bloccati per una settimana dalla pioggia a Kathmandou e di dover scendere in India con l’aereo al posto del bus, in quanto tutte le strade erano inondate dal fango.

Quindi, quando siamo in loco ci aggiorniamo sulle pioggie, anche i monsoni non son più quelli di una volta e in Thailandia sceglieremo una volta a Bangkok se spingerci  verso la costa sud est o la costa sud ovest.

Piano piano.

Con il tempo in senso lato. Il viaggio in una altro continente extra Europa deve essere, per noi,  di minimo un mese per tanti motivi: economici, almeno ti ripaghi la grossa spesa del biglietto (adesso 4 paganti!), logistici, se ti sposti tanto vale farlo per un periodo ragionevole, in meno settimane è più lo stress che altro, figurarsi ora che ci sono pure i bimbi. E poi perchè ci piace star nei posti per assorbirne il più possibile la routine.

Tipo in un paese nel mezzo della linea ferroviaria Mazatlan- Guadalajara (Mexico) due notti, a far niente, forse ad aspettare la coincidenza di un treno, non ricordo, passando la giornata a osservare la gente del posto e a parlocchiare per strada. Un bel ricordo, per niente di tempo perso.

Ed è il grosso lusso, in mezzo a tutto questo tempo scandito da orari e impegni, aver tempo per passare il tempo.

Cosa andate a fare in Tailandia? alcuni ci chiedono.

Niente, a VIAGGIARE.

Dite niente?

Ci piace quando, anche se ti fermi 3 notti, vai a far colazione due volte di fila nello stesso posto e ti riconoscono, spesso nei chioschi di strada e son contenti di rivederti, vuol dire che il loro cibo piace anche allo straniero.

L’altra variabile sono i bambini. Ammettendo che stiano bene, e DEVONO stare bene, ci stiamo preparando ai capricci vari ed eventuali e alcuni MUST per loro sono:

  • il giro sull’elefante, possibilmente un vero giro in mezzo a foreste e non una cosa da circo
  • l’arrampicata su qualche roccia (e la zona di Krabi ne è provvista)
  • lo svaligiamento di un negozio di Action men (leggi “pupazzi di gomma”) che abbia il più possibile di Dragon Ball, visto che Bambino Grande  è un fanatico e speriamo di trovare qualcosa di questo tipo

Per il resto sicuramente non ci facciamo mancare:

  • un assicurazione di viaggio per motivi sanitari per tutti
  • un kit di medicine che comprenda: antibiotico generico, antistaminico, antidolorifico, pomata per dermatiti varie, pomate per ustioni e botte e diversi rimedi omeopatici per ogni uno di noi
  • una mascherina per gli occhi per dormire
  • tappi per le orecchie
  • blocchi per disegnare con pastelli e materiali vari
  • libri e fumetti
  • tablet con giochi elettronici

Pronti?

-25…

ibiza_5
Ibiza- Es Canar

https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/DSCF4515.jpg?fit=525%2C700https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/DSCF4515.jpg?resize=150%2C80Paola C.AvventuraViaggiare in famigliaAsia,Thailandia,viaggi con famigliaPrima di partire per un lungo viaggio Devi portare con te la voglia di non tornare più prima di pretendere qualcosa prova a pensare a quello che dai tu Prima di partire per un lungo viaggio Porta con te la voglia di adattarti (Irene Grandi) In partenza per la Thailandia. Organizzazione, quello che ci...comunità di viaggiatori