Sarajevo è sincera, pulita, mostra fiera le sue ferite con una naturalezza che tocca il cuore.

Ci sono almeno NOVE cose assolutamente da non perdere!

1. Le strade per raggiungerla

La strada da Mostar a Sarajevo
La strada da Mostar a Sarajevo

La strada da Mostar a Sarajevo è un sogno per i motociclisti!!
Vedere per credere su YouTube

Su quella strada circa 5 km prima di entrare a Sarajevo c’è un posto che si chiama “Motel restoran Cjenovnik” il cibo è squisito (oltre che MOLTO economico) e ci abbiamo trovato degli italiani che lavorano in zona e vanno lì a mangiare da 25 anni QUINDI…provatelo! 😉 )

2. Ponte Latino

Il Ponte Latino di Sarajevo
Il Ponte Latino di Sarajevo

Proprio qui il rivoluzionario Gavrilo Princip uccise, il 28.06.1914, l’arciduca Francesco Ferdinando e da questo gesto ha avuto inizio la prima guerra mondiale.

3. La biblioteca nazionale

La biblioteca Nazionale
La biblioteca Nazionale

Si trova proprio di fronte al ponte latino ed è stato uno dei primi edifici ad essere completamente distrutto durante la guerra. I libri sono stati utilizzati per accendere fuochi in mancanza di riscaldamento. Quindi chi più amava i libri, avendone molti in casa, ha dovuto distruggerli per sopravvivere.

4. Bascarsija

Bascarsija, la via centrale della città vecchia
Bascarsija, la via centrale della città vecchia

E’ la via centrale della parte vecchia della città ed è divisa a metà da una rosa dei venti. La parte ovest della strada sembra Vienna, con negozi e strutture architettoniche tipicamente occidentali, vi troverete solo chiese cristiane. Attraversata la rosa dei venti, come per magia, lo scenario cambia radicalmente: vi troverete moschee, ristoranti con piatti tipici bosniaci, negozi di souvenir pieni di lampade colorate, pannocchie arrostite e i sapori speziati dell’oriente.

5. Sebilj

Sebilj, la fontana in stile moresco
Sebilj, la fontana in stile moresco

E’ una bellissima fontana in stile moresco che si trova alla fine della via e la leggenda narra che chi ci beve torni a Sarajevo.
Non so se ci torneremo ma ogni singola parola che sto dedicando a questa città mi fa tornare a percorrere qualche passo nelle sue strade.

6. Ex caravanserraglio Morica Han

L'ex caravanserraglio Morica Han
L’ex caravanserraglio Morica Han

E’ un posto che è nato per dare accoglienza gratuita e ristoro alle carovane, oggi è possibile vederne solo una parte perchè è stato distrutto in un incendio.
Nei suoi sotterranei c’è un corridoio pieno di negozi. Non posso pubblicizzare cose che in Italia sono illecite ma VI PREGO di andarci! 😀 😀

7.  Vjecna Vatra

Vjecna Vatra, il fuoco che ricorda i caduti della seconda guerra mondiale
Vjecna Vatra, il fuoco che ricorda i caduti della seconda guerra mondiale

Il c.d. fuoco eterno è stato acceso il 6 aprile 1945, giorno della liberazione di Sarajevo dal nazifascismo è lì per ricordare i caduti della seconda guerra mondiale. Da allora si è spenta solo una volta, durante l’assedio di Sarajevo.

8. Cimitero di Alifakovac

Cimitero di Alifakovac, vista dall'alto sulla città di Sarajevo
Cimitero di Alifakovac, vista dall’alto sulla città di Sarajevo

E’ il punto migliore per guardare immersi nel silenzio Sarajevo dall’alto!

9. Il museo del tunnel

Il museo del tunnel scavato durante l'assedio di Sarajevo
Il museo del tunnel scavato durante l’assedio di Sarajevo

Il tunnel era l’unica via di comunicazione col mondo durante l’assedio; era lungo 800 metri, oggi ne restano molti meno ma l’esposizione delle foto, degli ordigni e il video prima di scendere nel tunnel rendono quei pochi metri un’esperienza unica. Noi ci abbiamo trovato un uomo che ha preso i nostri caschi e ci ha detto che li avrebbe tenuti lui al sicuro durante la visita; è l’uomo vende calamite e dvd all’entrata. Ci ha guardati e ha detto: “L’ho fatto io. Il tunnel, lo fatto anch’io”. Pieno di orgoglio, ci ha regalato un bellissimo sorriso.

UN CONSIGLIO: google maps non vi aiuterà. Quasi mai quindi chiedete alla gente e usate una mappa, perché per ora non c’è altro modo di muoversi.

Claudia

https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/09/10587242_10205009655992058_1291424534_o1-800x6001.jpg?fit=700%2C525https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/09/10587242_10205009655992058_1291424534_o1-800x6001.jpg?resize=150%2C80Claudia GibinCittà da visitareViaggi in motoBosnia ed Erzegovina,Europa,in moto,mappe,SarajevoSarajevo è sincera, pulita, mostra fiera le sue ferite con una naturalezza che tocca il cuore. Ci sono almeno NOVE cose assolutamente da non perdere! 1. Le strade per raggiungerla La strada da Mostar a Sarajevo è un sogno per i motociclisti!! Vedere per credere su YouTube Su quella strada circa 5 km prima...comunità di viaggiatori