Ogni folklore ha una sua estetica e un suo significato nati nell’infanzia e nel profondo di una cultura, di un popolo o di un gruppo etnico anche piccolissimo e fuori dal mondo e spesso questi segni sono quelli che contraddistinguono una tribù, un popolo, una civiltà dall’altra. Certo, l’estetica è solo una parte, è l’espressione esteriore, è la copertina. C’è poi tutto il contenuto  ricchissimo fatto di costumi, leggende, credenze e pratiche religiose o magiche, racconti, proverbi e quant’altro tramandati per tradizione orale. Il Viaggiatore se occuperà anche di questo: delle radici profonde di quelle culture, di quei popoli che andiamo a conoscere viaggiando.

Inizierò giocando in casa. Essendo ungherese vi farò vedere l’estetica del folklore ungherese nel suo aspetto materiale. Ho incontrato questa casa contadina nel Művészetek Völgye, nella Valle delle arti a Kapolcs. Ogni oggetto racconta una storia. Ogni oggetto ha un suo uso prammatico e una sua simbologia. In queste case generazioni di persone, di famiglie sono nate, vissute, morte e questi oggetti, per quanto perituri, danno una sensazione di immutabilità.

Vorrei sottolineare il fatto, che come in tutte le culture, anche in Ungheria esistono degli stili regionali molto diversi nel campo del ricamo, del costume, nell’uso degli oggetti di uso quotidiano ma a partire dal XIX sec. si è creato un certo stile contadino omogeneo fatto di un insieme di espressioni come i costumi tradizionali, gli oggetti di un’abitazione, i tessuti (stoffe, ricami, biancheria da letto, ceramiche). Da allora i contadini sono consapevolmente diventati i depositari di una cultura che custodisce i fondamenti più arcaici dell’anima ungherese.

E’ difficile mostrarvi tutto questo in un unico post quindi conto di ritornare più volte sull’argomento.

Vi mostrerò una tipica casa contadina con alcuni dettagli caratteristici. Non ci sono le persone che la abitano  è come se ci fossero. C’è la loro essenza in ogni oggetto.

La tradizione, le credenze, le speranze, le fatiche del vivere. 

Ungheria folklore 1
.
.
Ungheria folklore 3
.
Ungheria folklore 4
.
Ungheria folklore 5
.
Ungheria folklore 6
.
Ungheria folklore 7
.
Ungheria folklore 8
.
Ungheria folklore 9
Ungheria folklore 10
.
Ungheria folklore 11
.
Ungheria folklore 12
.
Ungheria folklore 13
.
Ungheria folklore 14
.
Ungheria folklore 15
.

E’ quel passato che ci rende quelli che siamo oggi.

https://i0.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/IMG_0149.jpg?fit=700%2C467https://i0.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/IMG_0149.jpg?resize=150%2C80Enikő LőrincziCulturaTradizioniEuropa,folklore,Kapolcs,Művészetek Völgye,Ungheria,Valle delle artiOgni folklore ha una sua estetica e un suo significato nati nell'infanzia e nel profondo di una cultura, di un popolo o di un gruppo etnico anche piccolissimo e fuori dal mondo e spesso questi segni sono quelli che contraddistinguono una tribù, un popolo, una civiltà dall'altra. Certo, l'estetica...comunità di viaggiatori