DSC_0244
.

EVEREST? ACCONTENTIAMOCI DELLA BIRRA.

Alle 7 di mattina sono già pronto e ben equipaggiato con abbigliamento tecnico. Destinazione Lukla ed inizio del trekking fino al campo base dell’Everest!
Purtroppo le cose non vanno sempre come te le aspetti, specialmente in Nepal, per questo devi avere sempre un asso nella manica! Il mio volo per Lukla infatti è stato cancellato causa maltempo che non permette l’atterraggio. Dopo aver passato tutta la mattina in aereoporto ad attendere vani miglioramenti atmosferici mollo tutto e me ne torno in hotel.
Non ho molti giorni a disposizione quindi questo piccolo contrattempo mi fa saltare completamente il programma e mi spinge verso altre destinazioni. Il mio asso nella manica si chiama Annapurna Base Camp; un trekking piu’ breve (9gg) che parte da Pokhara, facilmente accessibile via aerea e senza problemi di maltempo!
Il resto della giornata lo passo con il mio amico inglese Russ con il quale avrei dovuto condividere la prima parte del percorso da Lukla. Sfortunatamente per entrambi ci dobbiamo accontentare di una buona birra “Everest” ghiacciata che poi e’ e rimarra’ l’unica cosa riguardante questa mitica montagna con la quale avremo avuto a che fare!

E ANNAPURNA SIA!!!

Partenza quindi per il campo base dell’Annapurna. Di nuovo all’aereoporto Tribhuvan di Kathmandu, voli domestici. Stavolta c’e’ piu’ gente, faccio una fila di una ventina di minuti per entrare (controllano i bagagli già all’ingresso). Facendo a spallate ed evitando che mi passino avanti altre decine di persone indiavolate, pago la tassa di imbarco (170 rupie) e mi dirigo verso il check in.
Trovo di fronte a me una fila di banconi in legno, uno per compagnia, con accanto una bilancia tipo pesa persone sulla quale appoggio il mio bagaglio. La lancetta gira e dice 10kg, subito dopo un addetto se la porta via a mano (ovviamente niente nastro trasportatore in questo aereoporto). Terzo step, i controlli, anche questi senza l’aiuto di apparecchiature tecnologiche, tutto rigorosamente manuale. Attraverso una tendina dietro alla quale c’e’ un poliziotto ad attendermi. Dà un’occhiata ai miei documenti ed il mio zaino poi mi fà cenno di passare. Finalmente entro nella zona degli imbarchi. Ci sono 2 gate con due entrate ciascuno, una per le donne e una per gli uomini, scopro infatti che c’e’ un altro controllo appena prima di salire.

Aereoporto di Kathmandu,controlli separati uomo e donna
Aereoporto di Kathmandu, controlli separati uomo e donna
nepal airport katmandu
.

La sala non e’ molto grande, l’arredamento un pò datato, ma decoroso. La cantilena della chiamata dei voli (ormai imparata a memoria il giorno prima) è ridondante ed i ventilatori girano imperterriti creando un po’ di frescura. Fermi ancora i turisti in attesa per il volo su Lukla, l’aereporto e’ ancora chiuso per maltempo.
Chiamano il mio volo “Buddha Air, Pokhara, Buddha Air, Pokhara” , non mi sembra vero, finalmente si parte! Il nome della compagnia aerea e’ tutto un programma. Speriamo non ci si debba affidare a Buddha per sperare di arrivare vivi a destinazione!
Un piccolo autobus modello “Tata” ci porta fino all’aereo, un ATR42 che sembra affidabile. Il volo risulta tranquillo, dal finestrino si vedono le montagne, sono talmente alte che praticamente ce le troviamo accanto! In 25 minuti sono a Pokhara, pronto per iniziare questa avventura!

Volo di andata, Kathmandu - Pokhara
Volo di andata, Kathmandu – Pokhara
Himalaia al mio fianco, durante il volo Pokhara - Kathmandu, scattata al ritorno
Himalaia al mio fianco, durante il volo Pokhara – Kathmandu, scattata al ritorno

 

[segue]

https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/12/foto-e1501509880230.jpg?fit=700%2C241https://i1.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/12/foto-e1501509880230.jpg?resize=150%2C80Alessio De AngelisAvventuraTrekking & Climbingannapurna,Asia,Everest,Kathmandu,Nepal,trekkingEVEREST? ACCONTENTIAMOCI DELLA BIRRA. Alle 7 di mattina sono già pronto e ben equipaggiato con abbigliamento tecnico. Destinazione Lukla ed inizio del trekking fino al campo base dell'Everest! Purtroppo le cose non vanno sempre come te le aspetti, specialmente in Nepal, per questo devi avere sempre un asso nella manica! Il...comunità di viaggiatori