Foto e testo: ©Mario Fracasso/direzioneitalia.com

Highgate, il cimitero monumentale situato nella periferia nord di Londra, è avvolto da ombre scure.

Highgate, cimitero monumentale Londra

Il suo mito nasce nel 1862, quando vi fu deposta la poetessa Elizabeth Siddal. Donna avvenente e molto apprezzata come modella, fu musa ispiratrice per suo marito, Dante Gabriel Rossetti, pittore e poeta britannico di origini italiane, e dei suoi colleghi della scuola dei Preraffaelliti. Durante la sepoltura, l’artista volle deporre tra i capelli della sua amata un libro di poesie. Decise, però, di recuperarlo sette anni dopo e, aprendo la bara, trovò il corpo della donna in perfetto stato e con i capelli più lunghi. La notizia si diffuse e fece scalpore, ma il fatto pian piano fu dimenticato. 
La sua atmosfera è resa decisamente misteriosa dallo stile gotico utilizzato per lapidi, statue, mausolei e cripte.

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate_Vampiri_Mario Fracasso 304272801492870_6066833365306253175_n

Highgate, cimitero monumentale Londra

Passeggiando tra l’Egyptian Avenue e Lebanon Cyrcle sembra di essere all’interno di un romanzo horror e Bram Stoker ne trasse ispirazione per il suo Dracula: lo cita più volte e vi ambienta la caccia al vampiro di Lucy Westenra che appare tra le tombe con la sua vittima infante tra le braccia. Ma la fama di Highgate è andata ben oltre la letteratura, si è intrecciata con la realtà e ha riempito le pagine dei quotidiani inglesi. 
Avvistamenti misteriosi, riti satanici, cadaveri riesumati, sgozzati e trafitti al cuore con un paletto di frassino: alla fine degli anni ’60 del Novecento il cimitero divenne la location di una reale caccia al vampiro. Così, se la letteratura gotica si ispirava alla leggenda, ora, il mito del “non morto” si era trasformato in paura vera. E la gente iniziò a credere al Vampiro di Highgate. Il fondatore della Briths Psychic and Occult Society, David Ferrant e il vescovo inglese Sèan Manchester iniziarono ad interessarsi alla questione e rapidamente si creò un movimento di fanatici cacciatori di vampiri. Alla fine Ferrant fu condannato a cinque anni di prigione e il cimitero chiuso al pubblico. Dal 1975 l’associazione The Friends of Highgate Cemetery si occupa della sua gestione e delle visite guidate; il cimitero è rimasto un luogo di pellegrinaggi per appassionati del mondo gotico e dell’occulto.

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate_Vampiri_Mario Fracasso 2272803612923_775223296913013526_n

Highgate_Vampiri_Mario Fracasso 6

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate, cimitero monumentale Londra

Highgate, cimitero monumentale Londra

© MarioFracasso/direzioneitalia.com

https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/1461435_10204272797212763_5987146346635701991_n-e1501611230382.jpg?fit=700%2C385https://i2.wp.com/www.viaggiatore.com/wp-content/uploads/2014/10/1461435_10204272797212763_5987146346635701991_n-e1501611230382.jpg?resize=150%2C80Mario FracassoCittà da visitareCulturaLetteratura/arte/musicaEuropa,Gran Bretagna,Highgate Cemetery,horrror,London,miti e leggende,storie di vampiri,storie goticheFoto e testo: ©Mario Fracasso/direzioneitalia.com Highgate, il cimitero monumentale situato nella periferia nord di Londra, è avvolto da ombre scure. Il suo mito nasce nel 1862, quando vi fu deposta la poetessa Elizabeth Siddal. Donna avvenente e molto apprezzata come modella, fu musa ispiratrice per suo marito, Dante Gabriel Rossetti, pittore...comunità di viaggiatori